ORARIO UFFICIO

ORARIO UFFICIO DAL LUNEDI AL VENERDI - MATTINA: 9.00-12.30 - POMERIGGIO: 15.30-18.00 | POTETE CONTATTARCI ALLA MAIL: borgoassicurazioni@yahoo.it

venerdì 21 dicembre 2018

AVVISO AI CLIENTI: L'UFFICIO RESTERA' CHIUSO LUNEDI 24 DICEMBRE


Avvisiamo i gentili clienti che l'ufficio resterà chiuso il giorno di LUNEDI 24 DICEMBRE. Approfittiamo dell'occasione per porgervi a tutti i migliori auguri di Buone Feste.
L'ufficio riaprirà GIOVEDI 27 DICEMBRE con il solito orario, 9.00 - 12.30 | 15.30 - 18.00.

giovedì 20 dicembre 2018

IL RISARCIMENTO ORDINARIO

Quando non è possibile applicare l'INDENNIZZO DIRETTO, si applica la procedura ordinaria di risarcimento.
In questo caso la denuncia del sinistro deve essere indirizzata alla propria Compagnia Assicuratrice, mentre la richiesta di risarcimento danni deve essere presentata alla Compagnia Assicuratrice del responsabile dell'incidente.
Una volta ricevuta la richiesta, la Compagnia deve formulare un'offerta al danneggiato, entro:
  • 30 giorni se è stato firmato il CID;
  • 60 giorni se viene richiesto un risarcimento solo per danni a cose;
  • 90 giorni se viene richiesto un risarcimento per danni anche alle persone.
Se la Compagnia non risponde entro i termini sopra indicati, o se la persona da darà avvio ad un procedimento giudiziario e la decisione finale spetterà al giudice.

mercoledì 19 dicembre 2018

ECO-TASSA: QUALI SONO I MODELLI A RISCHIO


L'eco-tassa, decisa dal Governo, colpirà i SUV e le auto di lusso. In altre parole a pagare saranno le auto con emissioni superiori ai 160 g/km di anidride carbonica. 
Ci saranno anche degli incentivi statali per le auto che non superano il 70 g/km di anidride carbonica.
Fra i veicoli premiati ci sono tutte quelle elettriche con prezzo inferiore ai 54.900 Euro, ovvero quello non considerate di lusso.
Esiste un incentivo, che va da 1.500,00 ai 2.500,00 Euro per le vetture con emissioni tra i 21 ed i 70 g/km, ovvero le vetture ibride plug-in, cioé quelle con batterie ricaricabili anche con la presa della corrente i casa. Anche qui il limite di prezzo è fissato, a listino, è di 54.900,00 euro.

lunedì 17 dicembre 2018

COSA FARE IN CASO DI UN SINISTRO AVVENUTO IN SVIZZERA


Se il veicolo responsabile del sinistro è immatricolato in Svizzera, paese non aderente alla Spazio Economico Europeo, sarà comunque possibile rivolgersi al Centro di Informazione per conoscere il nominativo del mandatario in Italia dell'Impresa di Assicurazione Svizzera.
Questo è possibile grazie ad un accordo italo-svizzero che però non prevede l'obbligo per il mandatario in Italia di fornire una risposta motivata nel termine di 3 mesi dalla data di ricezione della richiesta di risarcimento né la possibilità di rivolgersi all'Organismo di Indennizzo in caso di assenza di risposta motivata.

giovedì 13 dicembre 2018

TARGHE ESTERE: ECCO LE NUOVE NORME


Le nuove norme introdotte con il decreto sicurezza vietano, a residenti in Italia da più di 60 giorni, di circolare con veicoli immatricolati all'estero.
Il provvedimento prevede anche il divieto di circolazione dei veicoli immatricolati all'estero per un periodo superiore ad un anno dal suo ingresso in Italia.
Per chi viola queste nuove regole sono previste anche multe salatissime.


mercoledì 12 dicembre 2018

IL RISARCIMENTO DIRETTO


A partire dal 1° FEBBRAIO 2007, con l'allora Decreto Bersani, è stata introdotta un'importante innovazione in ambito assicurativo, nota come indennizzo o risarcimento diretto.
Tale norma prevede che, se si rimane coinvolti in un incidente di cui non si è responsabili o di cui si è responsabili solo in parte, il rimborso vada richiesto direttamente alla propria Compagnia e non a quella della controparte che ha causato il sinistro.

➤ Quando si applica?
  • L'incidente deve aver coinvolto solo e soltanto due veicoli a motore identificati, assicurati ed immatricolati in Italia, nella Repubblica di San Marino e nello Stato del Vaticano;
  • Per il risarcimento dei danni fisici riportati dal conducente, è necessario che questi non superino il 9% di invalidità permanente;
  • L'indennizzo diretto viene applicato anche qualora terzi trasportati abbiano presentato lesioni gravi superiori al 9%
➤ Le eccezioni
  • i casi di incidente avvenuti fuori dall'Italia, dalla Repubblica di San Marino o dalla Stato del Vaticano;
  • i casi in cui la controparte risieda all'estero;
  • i casi in cui siano stai coinvolti più di due veicoli;
  • gli incidenti in cui il conducente abbia riportato danni gravi, cioé lesioni superiori al 89% di invalidità permanente. In questo caso, è comunque possibile richiedere il risarcimento per i danni alle cose ed ai veicoli;
  • i casi in cui nell'incidente sia coinvolto almeno un ciclomotore non munito del nuovo sistema di targa previsto dal D.P.R. del 6 marzo 2006 n. 153.
➤ Modalità di richiesta di risarcimento

La richiesta di indennizzo deve essere presentata, insieme alla denuncia ed al Modulo Blu, alla Compagnia Assicurativa a mano, via lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, via fax o via posta elettronica.

➤ Quali sono le tempistiche?

Una volta ricevuta la richiesta di risarcimento compilata in ogni sua parte, l'assicuratore è tenuto a presentare l'offerta di indennizzo:
  • entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta, per danni al veicolo ed alle cose; questo limite viene ridotto a 30 giorni nel caso in cui entrambi i conducenti abbiano sottoscritto il modulo di constatazione amichevole (MODULO BLU);
  • entro 90 giorni dal ricevimento della richiesta, per i danni alla persona.

venerdì 7 dicembre 2018

COS'E' LA POLIZZA AUTO


La RESPONSABILITA' CIVILE AUTOVEICOLI è il contatto assicurativo che viene associato ad ogni veicolo immatricolato circolante su strada. In Italia, naturalmente, la polizza è obbligatoria.
Attraverso la sottoscrizione del contratto RCA l'assicurato si tutela economicamente da possibili rischi che si possono verificare mentre si è alla guida che arrecando danni materiali e/o lesioni a terzi.
L'assicurato è coperto per una somma limite, che è chiamata massimale, che viene stabilita al momento della sottoscrizione del contratto. Il massimale rimane fisso fino alla fine del contratto.
Nei casi in cui la portata del danno causato sia maggiore della somma stabilita, l'assicurato dovrà provvedere al risarcimento del danno in autonomia.
Esistono dei limiti minimi, stabiliti per legge, in riferimento ai massimali, distinti a seconda dei danni provocati a persona o a cose:
  • in caso di danni alle cose: il massimale minimo è di 1.220.000,00 Euro per sinistro, senza tenere conto del numero delle vittime;
  • in caso di danni alla persona: il massimale minimo è di 6.070.000,00 Euro per sinistro, a prescindere dal numero delle vittime.
Da sapere è che l'assicurazioni auto copre i danni subiti dai passeggeri presenti sul veicolo dell'assicurato che ha causato l'incidente, non copre invece quelli subiti dal conducente stesso. Le esclusioni, normalmente, sono previste per situazioni in cui la circolazione non avviene nel rispetto delle disposizioni di legge. Ad esempio, se si causa un danno perché in stato di ebrezza, oppure se il numero dei passeggeri presenti nel veicolo è superiore a quello previsto dal libretto di circolazione.

La durata del contratto è di 1 anno. La sua velocità e dalle ore 00.00 del giorno in cui si è pagato il premio.

Fino a dicembre 2012 i contratti potevano essere con o senza tacito rinnovo. In caso di tacito rinnovo l'assicurazione veniva prorogata all'annualità successiva in automatico; in caso di senza tacito rinnovo è invece fare un'esplicita richiesta di rinnovo ad ogni scadenza annuale della polizza.


giovedì 6 dicembre 2018

COSA SAPERE PER I NEOPATENTATI


Iniziamo, prima di tutto, con il dire chi è il NEOPATENTATO. Secondo il Codice della Strada è NEOPATENTATO il soggetto che ha conseguito una patente A o patente B per la prima volta, il soggetto che ha dovuto rifare l'esame e conseguire una nuova patente dopo la revoca della precedente per infrazioni che prevedono una simile sanzione, coloro che hanno conseguito la patente A anche se già in possesso della B o viceversa, i militari che hanno richiesto una conversione della loro patente e gli stranieri residenti in Italia che hanno fatto lo stesso chiedendo una conversione della loro patente da straniera a italiana.
Lo stato di NEOPATENTATO dura 3 anni e prevede, naturalmente, delle limitazioni, dei divieti e delle sanzioni:

➤ LIMITI DI CILINDRATA

La prima delle limitazioni è quella della cilindrata. Secondo il Codice della Strada, coloro che hanno ottenuto la patente dopo il 9 febbraio 2011, non sono autorizzati a guidare autoveicoli che non rispettino un certo limite di rapporto peso/potenza/cilindrata. le auto che i NEOPATENTATI possono guidare non possono superare i 95 cavalli ed una potenza di 55 kw. Molto utile, per scegliere l'auto da guidare, il sito internet www.ilportaledellautomobilista.it.

➤ LIMITI DI VELOCITA'

Anche il limite di velocità varia per i NEOPATENTATI che possono superare i 100 km/h in autostrada ed i 90 km/h sulle strade statali. Oltre alla riduzione dei punti le sanzioni possono essere fino a 646,00 € e/o  la sospensione della patente da 2 a 8 mesi.

➤ LIMITI DI ASSUNZIONE ALCOL

Per i NEOPATENTATI non è possibile arrivare al limite di 0,5 g/l. La legge prevede un divieto tassativo di assumere alcolici, in qualunque quantità, prima di mettersi alla guida e questo limite dura fino al compimento dei 21 anni di età. Le sanzioni sono da 155,00 € a 641,00 € e la rimozione di 5 punti ma possono raddoppiare in caso di sanzioni più gravi o in occasione di sinistri.

➤ ECCEZIONI E BONUS

Le infrazioni commesse entro i primi 3 anni di patente possono causare un raddoppiamento dei punti tolti ed un inasprimento delle multe, rispetto agli automobilisti patentati da più di 3 anni, e sospensioni che durano un terzo in più per le trasgressioni che lo prevedono, ma una buona condotta può portare anche a dei benefici. 
Il NEOPATENTATO che non commette alcuna infrazione viene premiato con un punto bonus per ogni anno privo di problemi.