ORARIO UFFICIO

ORARIO UFFICIO DAL LUNEDI AL VENERDI - MATTINA: 9.00-12.30 - POMERIGGIO: 15.30-18.00 | POTETE CONTATTARCI ALLA MAIL: borgoassicurazioni@yahoo.it

martedì 5 dicembre 2017

I NOSTRI PRODOTTI: LA POLIZZA "MULTIRISCHI ABITAZIONE"


Tramite il broker RCA POINT proponiamo la polizza "MULTIRISCHI ABITAZIONE" che è un contratto che offre la possibilità di assicurare le abitazioni per i rischi: 
  • INCENDIO
  • FURTO
  • RESPONSABILITA' CIVILE
  • ASSISTENZA
La sezione INCENDIO protegge la casa e/o il contenuto dai danni causati, oltre che dall'incendio vero e proprio, anche da esplosioni, atti vandalici, eventi atmosferici, perdite d'acqua ed altro ancora. La garanzia INCENDIO viene data sia sul fabbricato che sul contenuto a Primo Fuoco. E' possibile assicurare il fabbricato anche come Rischio Locativo.

Se viene sottoscritta la garanzia FURTO la stessa tutela anche in caso di scippo, rapina e estorsione senza costi aggiuntivi.

La garanzia RESPONSABILITA' CIVILE risarcisce le spese che si è obbligati a sostenere per i danni involontariamente cagionati a terzi dal Contraente, dai suoi familiari, dai suoi collaboratori o dai suoi animali domestici.

Con la sezione ASSISTENZA si può avere un primo intervento immediato nel caso che qualcosa in casa smetta di funzionare all'improvviso o si rompa. Con una telefonata alla Centrale Operativa, in funzione 24 ore su 24, un artigiano specializzato e selezionato sarà a disposizione per risolvere l'emergenza.


oppure

SE CI VOLTE CONTATTARE PER UN PREVENTIVO POTETE INVIARE UNA MAIL A: borgoassicurazioni@yahoo.it


giovedì 30 novembre 2017

RCA AUTO: CONTATTATECI PER UN PREVENTIVO


Da noi potete trovare tariffe interessanti per la vostra polizza Auto ma anche per la polizza del vostro Motociclo.

Ci potete contattare:

  • via telefono: 0586.444454
  • via mail: borgoassicurazioni@yahoo.it
  • via Whatsapp: 371.3646952

mercoledì 25 ottobre 2017

DOVE PUO' CIRCOLARE UN MEZZO QUANDO SONO PASSATI I 15 GIORNI DI COMPORTO NELLA COPERTURA ASSICURATIVA


Un mezzo (autovettura o motociclo), non può più circolare se sono passati i 15 giorni di comporto della copertura assicurativa.
Scaduti i 15 giorni di comporto l'auto, o il motociclo, non può neanche rimanere parcheggiata sulla pubblica via o su una strada privata aperta al traffico come, ad esempio, il parcheggio di un centro commerciale.
Ci sono però alcuni luoghi dove il proprio mezzo può circolare e sostare senza avere una copertura assicurativa. In modo più specifico il mezzo può circolare in un luogo non soggetto alle regole sulla circolazione e, quindi, in un luogo privato e chiuso al pubblico. Per questo motivo, in caso di incidente stradale, non opera alcuna copertura assicurativa.
Andando ancora di più nello specifico un mezzo non può circolare con l'assicurazione scaduta in un parcheggio di un condominio non delimitato da cancello o sbarra che è accessibile anche agli ospiti del condomini. E' da considerarsi strada privata aperta al pubblico anche un cortile con il cancello sempre aperto. 
Come già detto in precedenza il mezzo non può né circolare e neanche essere parcheggio all'interno di un parcheggio di un centro commerciale a meno che sia delimitato da sbarre e a pagamento.
Sono considerati aree private aperte al pubblico anche le aree di servizio e piazzali di segherie aperte al traffico dei mezzi meccanici.

Le AREE PRIVATE NON APERTE AL TRAFFICO sono considerate: 

- il cortile di un condominio purché chiuso con cancello, o sbarra, e che tali recinzioni non restino per abitudine sempre aperti, consentendo a chiunque di entrare all'interno dell'area;
- la rampa di accesso ad un garage privato, sempre alle stesse condizioni prima citate;
- un terreno chiuso di proprietà privata il cui proprietario inibisca a terzi all'accesso;
- l'area di un cantiere a patto che il traffico venga completamente interdetto.

martedì 24 ottobre 2017

SINISTRI IN ITALIA CON ASSICURATI STANIERI


In caso di sinistro in Italia con assicurato con targa straniera, se l'assicurato appartiene ad uno dei Paesi del circuito della CARTA VERDE, dovrà esibirla, perché è questo il documento che prova la validità in Italia della sua assicurazione locale.
Se appartiene all'Unione Europea o ad una serie di Paesi equiparati ai fini assicurativi, la CARTA VERDE non è obbligatoria e lo straniero può provare la propria copertura assicurativa con documenti emessi dalla Compagnia di Assicurazione del suo Paese.
In caso di difficoltà gli unici dati veramente obbligatori da reperire, senza i quali è impossibile procedere ad un risarcimento, sono la targa esatta e la nazione.

venerdì 20 ottobre 2017

PRELIEVO DELLO STATO SULLE POLIZZE VITA


Dal 1° gennaio 2018 scatterà un'imposta di bollo del 2 per mille sulle polizze vita. Il prelievo riguarderà principalmente le polizze vita del Ramo I.
Il provvedimento sarà inserito, quasi sicuramente, nella bozza del Ddl di bilancio. Con questo prelievo lo Stato incasserà un extra gettito di ben 194 milioni di Euro a partire dal prossimo anno e di 292 milioni di Euro dal 2019.
L'imposta di bollo si applicherà già ai valori maturati a partire dal 2018. Il bollo del 2 per mille è già attivo sulle polizze vita Ramo III e Ramo V.

martedì 17 ottobre 2017

L'ASSICURAZIONE DEL CONDOMINIO


La Polizza Globale Fabbricati, nota comunemente come polizza del condominio, è una forma particolare di polizza assicurativa destinata a chi vive in condominio.
L'assicurazione è stipulata con l'obiettivo di tutelare il condominio dalle responsabilità civili e di coprire i danni causati dall'edificio e sull'edificio, cioé quei danni che possono verificarsi all'interno del condominio sia quelli che il fabbricato può arrecare ad altre strutture.

Normalmente la polizza copre:
  • i danni che potrebbero causare le parti comuni a terzi ed agli stessi condomini;
  • i danni causati da proprietà esclusive dai condomini, quali le rotture dei tubi dell'abitazione privata.

martedì 10 ottobre 2017

NORME PER IL TRASPORTO DEI BAMBINI IN AUTO


Il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall'art. 172 del Codice della Strada. L'articolo prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni o di altezza inferiore ai 1,50 cm siano agganciati ad un sistema omologato, adatto al loro peso ed alla loro statura.

Ci sono 5 gruppi di dispositivi, eccoli:
  • GRUPPO 0 (NAVICELLA): per i bambini da 0 a 10 kg, oppure da 0 a 9 mesi circa. Lettini che permetto al neonato di viaggiare sdraiato;
  • GRUPPO 0+ (OVETTO): per i bambini da 0 a 13 kg, oppure da 0 a 15 mesi circa. Lettini analoghi ai precedenti con una maggiore protezione alla testa ed alle gambe;
  • GRUPPO 1: per i bambini da 9 a 18 kg, oppure da 9 mesi fino a 4-5 anni circa. Dispositivi che devono essere fissati all'auto attraverso la cintura di sicurezza. La cintura va fatta passare all'interno della struttura del seggiolino e deve essere ben tesa in maniera da impedire qualsiasi spostamento;
  • GRUPPO 2: per i bambini da 15 a 25 kg, oppure da 4 a 6 anni circa. Cuscini dotati di braccioli e talvolta di un piccolo schienale. Servono a sollevare il bambino in maniera da poter usare, con l'aggiunta di un dispositivo di aggancio, le cinture di sicurezza dell'auto che in questo modo passano nei punti corretti, ovvero sopra il bacino e sopra la spalla, invece che sopra il petto ed il collo;
  • GRUPPO 3: per i bambini da 22 a 36 kg, oppure da 6 fino a 12 anni circa. Anche in questo caso si tratta di un seggiolino di rialzo, senza braccioli, che serve per aumentare l'altezza del bambino, affinché si possano usare le cinture di sicurezza.
Tutti questi obblighi cessano quando il bambino compie 12 anni oppure quando supera il metro e mezzo di altezza perché potrà usare le cinture di sicurezza normali.

venerdì 6 ottobre 2017

LA CIRCOLAZIONE SU ROTATORIA


Livorno, come altre città, è diventata ormai la città delle rotatorie che sono andate a sostituire semafori ed incroci pericolosi per questo motivo guardiamo se riusciamo a chiarire come funzione la circolazione sulle rotatorie.
Prima di tutto bisogna fare la distinzione tra rotatorie a una corsia e rotatorie a più corsie. Iniziamo con dire che la rotatoria è, a tutti gli effetti, un'intersezione ed in quanto tale va valutata ai sensi del Codice della Strada.
All'ingresso della rotatoria normalmente è apposto un segnale di "dare precedenza". Dove non vi sia un segnale di precedenza vige l'art- 145 c. 2 del Codice della Strada e quindi ha la precedenza chi si immette nella rotatoria perché, in poche parole, arriva da destra.

ROTATORIA AD UNA SOLA CORSIA

Come si affronta questo tipo di rotatoria? Proviamo a vedere:
  • 1. Tenersi vicino al margine destro della carreggiata durante l'immissione;
  • 2. Azionare l'indicatore di direzione destro nel caso si intenda uscire alla prima uscita a destra;
  • 3. In alternativa accedere alla rotatoria senza azionare alcun indicatore di direzione, salvo azionarlo non appena verrà superata l'uscita che precede quella a cui si intende uscire.
Riassumendo: affrontando una rotatoria a quattro uscite e volendo uscire alla terza, si azionerà l'indicatore di direzione solo dopo aver superato la seconda. Non c'è problema relativo alle corsie essendone solo una disponibile

ROTATORIE A DUE O PIU' CORSIE

Le rotatorie a più corsie presentano un'ulteriore problema: quale corsia scegliere durante la percorrenza? Proviamo a vedere:
  • 1. Se si intende uscire verso destra, ci si immette in rotatoria tenendo la corsia di destra e azionando l'indicatore di direzione nel caso in cui l'uscita prescelta sia la prima, altrimenti la freccia va inserita non appena si avrà superato l'uscita che precede quella prescelta;
  • 2. Se si intende proseguire dritto, ci si immette tenendo sempre la corsia di destra e senza azionare alcun indicatore di direzione, che anche qui andrà inserito una volta superata l'uscita che precede quella che abbiamo scelto. Nel caso di traffico intenso è concesso comunque di accedere alla rotatoria tenendosi anche sulla corsia centrale, dovendosi però spostare con adeguato anticipo sulla corsia più esterne nel momento in cui si sarà vicini all'uscita;
  • 3. Se si intende svoltare a sinistra, ci si immette restando sulla corsia sinistra della strada di accesso con l'indicatore di direzione sinistro acceso, si circola nella corsia di sinistra e ci si sposta con anticipo a destra in prossimità dell'uscita. Anche qui l'indicatore va azionato una volta superato il braccio precedente a quello in cui vogliamo girare.
Riassumendo: in caso di traffico intendo è comunque legittimo occupare la corsia di destra dell'immissione, anche se si intende svoltare a sinistra. E' importante valutare bene i cambi di corsia durante la percorrenza della rotatoria, avendo cura di non tagliare la strada agli altri automobilisti.

venerdì 29 settembre 2017

CHI STIPULA L'ASSICURAZIONE DEL CONDOMINIO?


L'incaricato della sottoscrizione dell'assicurazione del condominio, a nome di tutti i condomini, è l'amministratore che ha due possibilità:

a) se la polizza è prevista come obbligatoria dal regolamento condominiale, può stipularla senza che vi sia stata un'apposita delibera;

b) se, invece, il regolamento non prevede la polizza obbligatoria, allora la decisone dovrà essere presa dall'assemblea condominiale, con la maggioranza prevista dall'art. 1136 c.c., ovvero con la metà della maggioranza degli intervenuti, che devono rappresentare almeno la metà del valore dell'edificio.

In caso di sinistro l'amministratore ha il compito di provvedere alla richiesta del risarcimento presso la Compagnia alla quale dovrà far pervenire la denuncia rispettando il limite temporale indicato nel contratto di assicurazione.

giovedì 21 settembre 2017

martedì 5 settembre 2017

RCAUTO: COS'E' E COME VIENE CALCOLATA


La Responsabilità Civile Autoveicoli (R.C.A.), è la polizza assicurativa obbligatoria per i veicoli a motore circolanti su strada.
Le polizze devono essere stipulate presso le Compagnie autorizzate e copre gli eventuali danni causati dall'autoveicolo a persone o cose per una cifra limite, detta massimale.
Il premio viene calcolato dalle Compagnie in base alle probabilità che ha il conducente del veicolo di provocare incidenti. Si tratta di una stima basata sui precedenti alla guida ed una serie di altri dati come, ad esempio, la potenza del veicolo, l'età, la città di residenza e tanto altro.

giovedì 3 agosto 2017

APPROVATO IL DDL CONCORRENZA


Il Parlamento ha approvato in via definitiva il decreto legge sulla concorrenza. Il decreto va dalle assicurazioni all'energia e dal telemarketing all'ingresso di società di capitali nelle farmacie.
Per quanto riguarda le assicurazioni ci sono sa segnalare il fatto che sarà l'IVASS a definire i criteri delle tariffe ed il ricalcolo dei premi. Torna il tacito rinnovo per le polizze danni diverse da quelle auto.
Per quanto riguarda infine i fondi pensione è prevista la convocazione di un tavolo di riforma delle forme pensionistiche complementari. Anche i disoccupati da 24 mesi, prima erano 48, potranno ottenere dal proprio fondo l'anticipo della rendita, ma dovranno maturare i requisiti entro 5 anni.

martedì 25 luglio 2017

L'ATTESTATO DI RISCHIO: ECCO UNA GUIDA RAPIDA


L'attestato di rischio è il documento che contiene la storia assicurativa relativa agli ultimi cinque anni, ovvero tutti gli incidenti in cui il contraente è stato coinvolto, la classe di merito di provenienza e quella assegnata per l'anno successivo.
Dal 1° luglio 2015 l'attestato di rischio non viene più inviato a casa in formato cartaceo ma è disponibile on line sul sito web della propria Compagnia assicurativa, in un'area riservata dove l'assicurato può consultarlo in qualsiasi momento.
Se il contraente decide di cambiare Compagnia, non deve fare altro che stipulare una nuova polizza, senza necessità di inviare una copia dell'attestato di rischio alla nuova Compagnia per permetterle di verificare i dati.
Le Compagnie acquisiscono tutte le informazioni direttamente da una banca dati gestita dall'ANIA e controllata dall'IVASS.

mercoledì 19 luglio 2017

LE ASSICURAZIONI A.R.D. (AUTO RISCHI DIVERSI) AGGIUNTIVE SULLA POLIZZA AUTO


Spesso, quando andate in un'agenzia assicurativa, vi vengono proposte sulla vostra polizza auto delle altre polizze come quelle A.R.D. ovvero Auto Rischi Diversi.
Cerchiamo di fare chiarezza su cosa sono queste polizza Auto Rischi Diversi per rendervi le idee più chiare possibile:
  • Furto e Incendio: la più comune, che tutela in caso di furto o incendio;
  • Kasko: questo contratto tutela da alcuni rischi che possono presentarsi nella normale circolazione del veicolo su strada. Esistono diverse coperture Kasko come quella a VALORE INTERO (qualsiasi danno al proprio veicolo), a PRIMO RISCHIO ASSOLUTO (l'indennizzo corrisponde alla stessa cifra del massimale), a PRIMO RISCHIO RELATIVO (il massimale viene calcolato in base al valore attuale dell'auto), a SECONDO RISCHIO (stessa cosa del primo rischio, ma viene aggiunta una franchigia), a COLLISIONE o MINIKASKO (dove il rimborso avviene solo per i danni da un incidente con un'altro veicolo di cui si conosce l'identità);
  • Infortuni del conducente: contratto aggiuntivo che copre i danni subiti dal conducente della vettura;
  • sospensione patente di guida: protegge il conducente al quale gli venga ritirata la patente, oppure nell'ipotesi che vengano sottratti dei punti della patente di guida;
  • eventi atmosferici: una copertura non ancora molto diffusa in Italia che copre tutti i danni di tipo atmosferico quali tempesta, grandine, uragano e molti altri ancora;
  • atti vandalici: una copertura che serve a far risarcire l'assicurato da danni vandalici oppure fenomeni di teppismo.

mercoledì 12 luglio 2017

COSA INSERIRE COME GARANZIE NELLA POLIZZA DELLA CASA


Prima di richiedere un preventivo o stipulare una polizza sulla propria casa bisogna avere ben chiare le idee sulle garanzie da inserire in polizza, eccone alcune:+
  • incendio sia della casa che del contenuto;
  • rimborsi in caso di perdite d'acqua e per la ricerca e la riparazione dei guasti causati;
  • rimborsi di danni dovuti a corto circuiti elettrici, quando si verificano guasti o sbalzi di energia che possono danneggiare i diversi apparecchi elettronici presenti in casa;
  • rimborsi per atti vandalici o per danni a porte, finestre, inferiate, pareti e infissi provocati dai ladri;
  • rimborsi per danni causati da animali;
  • rimborsi in caso di condizioni atmosferiche eccessivamente pessime, quali grandine e pioggia forti tanto da danneggiare finestre e balconi o eventuali mobili che dovessero trovarsi sul terrazzo, trombe d'aria, fulmini che poterebbero causare danni al sistema elettrico o ai cavi elettrici, e nevicate abbondanti;
  • rimborsi per eventuali danni che la propria casa può causare a terzi, come infiltrazioni d'acqua, allagamento, oggetti che cadono da terrazzi o balconi;
  • rimborsi per furti di oggetti di un determinato valore economico presenti all'interno della casa, come arredi importanti o apparecchi elettronici;
  • responsabilità civile della famiglia, una clausola che intende coprire i danni provocati dagli stessi abitanti dell'immobile verso terzi dentro o fuori l'abitazione;
  • l'assistenza 24 ore su 24 dev'essere assicurata e prevista dal contratto per ottenere eventuali informazioni, o se c'è bisogno di reperire tecnici specializzati.

venerdì 23 giugno 2017

REVISIONI AUTO, DAL 2018 CI SARANNO DELLE NOVITA'


Novità in arrivo nel 2018 per quanto riguarda le revisioni. Come previsto dal Decreto Ministeriale n. 214 del 19/5/2017, il certificato di revisione sarà rilasciato in copia cartacea alla persona che porterà la vettura al controllo tecnico.
Il certificato dovrà contenere: numero di telaio, targa di immatricolazione, luogo e data del controllo, lettura del contachilometri al momento del controllo, categoria del veicolo, carenze individuate, risultato del controllo tecnico, data del successivo controllo, nome del centro revisioni che ha effettuato il controllo e firma dell'ispettore responsabile.
La "fustella" applicata sulla carta di circolazione dal centro revisioni, finora riportava solo la data in cui era stato effettuato il controllo. Dal 2018 invece sarà indicata la data entro la quale si dovrà effettuare la revisione successiva.
I costi non cambiano e saranno di 45,00 € se verrà effettuata nelle sedi provinciali della Motorizzazione Civile, mentre sarà di 66,88 € se verrà effettuata presso le officina autorizzate.

giovedì 18 maggio 2017

A LIVORNO 6.000 AUTO SENZA COPERTURA ASSICURATIVA

LA PRIMA PAGINA DE "IL TIRRENO"
Siamo arrivati ad un livello veramente assurdo a Livorno. Secondo quanto comunicato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nella nostra città ci sono oltre 6.608 autovetture senza copertura assicurativa. 
Se si prende in considerazioni i dati forniti dalla polizia municipale invece si vede che, dall'inizio del 2017, sono state 307 le macchine fermate senza assicurazione.
Numeri veramente allarmanti che dimostra, sicuramente, come la crisi economica sta colpendo la nostra città e sembra non finire. Tantissimi livornesi hanno perso il lavoro e questo incide sicuramente non poco.

giovedì 11 maggio 2017

LIVORNO, GENOVA E LUCCA CON PIU' INCIDENTI STRADALI


Un'indagine dell'ISTAT ha rilevato tutti gli incidenti stradali avvenuti nel 2015 verificatosi sulla rete stradale, verbalizzati dalle forze dell'ordine, avvenuti su una strada pubblica e che hanno causato lesioni a persone, morti e/o feriti, con il coinvolgimento di almeno un veicolo.
Dalla classifica si evince subito come Livorno sia nelle primi posizioni con 10,072 auto coinvolte in incidenti ogni 1000 auto circolanti. 
Davanti a Livorno solo Lucca, Genova e Rimini:


mercoledì 19 aprile 2017

COME FUNZIONA LA POLIZZA FIDEJUSSORIA PER GLI AFFITTI?


La POLIZZA FIDEJUSSORIA SUGLI AFFITTI è una garanzia emessa da una banca o da una Compagnia Assicurativa che tutela il proprietario di casa dai rischi insolvenza dell'inquilino, per una determinata durata e copertura.
La principale differenza una FIDEJUSSIONE bancaria ed una FIDEJUSSIONE assicurativa sta nel modo in cui si richiede il pagamento delle somme garantite.
Le FIDEJUSSIONI, affinché siano tutelanti, devono avere la durata del contratto di locazione ed un importo compreso tra i 6 ed i 12 mesi. 
Per le FIDEJUSSIONI ASSICURATIVE, che sono quelle che ci interessano, il costo è pari a circa 1 mensilità ed è un premio anticipato che dura per tutti i 4 anni di durata.

I documenti necessari per richiedere la POLIZZA FIDEJUSSORIA sono:

  • dichiarazione dei redditi;
  • documento d'identità di tutti i soggetti interessati;
  • contratto preliminare d'affitto.

Nel caso il reddito del futuro inquilino non sia sufficiente per la POLIZZA FIDEJUSSORIA è possibile richiedere la garanzia di un terzo soggetto.

Per maggiori informazioni ci potete inviare una mail a: borgoassicurazioni@yahoo.it

giovedì 30 marzo 2017

CONTRASSEGNO ASSICURATIVO


Il Contrassegno Assicurativo è abrogato dal 18 ottobre 2015. Dal 1 settembre 2016 si può esibire il Certificato di Assicurazione in formato digitale o stampandolo  senza rischiare sanzioni per il mancato possesso dell'originale.
Questo documento è l'unico da mostrare in casa di sinistro o alle Forze dell'Ordine.