ORARIO UFFICIO

ORARIO UFFICIO DAL LUNEDI AL VENERDI - MATTINA: 9.00-12.30 - POMERIGGIO: 15.30-18.00 | POTETE CONTATTARCI ALLA MAIL: borgoassicurazioni@yahoo.it

giovedì 27 ottobre 2016

COME FUNZIONA LA POLIZZA AUTO TRA CONIUGI

Eccoci qui ad una domanda che spesso viene rivolta a noi intermediari: posso stipulare una polizza auto a nome mio se il veicolo è di proprietà di una moglie o viceversa?
In questo post tentiamo di dare delle risposte. E' possibile stipulare il contratto a proprio nome anche se il veicolo è intestato al coniuge purché sia in comunione di beni. La Compagnia infatti potrebbe richiedere un documento che attesti il regime legale di comunione dei beni, ovvero un documento del Comune di residenza.

E se nel caso si voglia sostituire il veicolo di proprietà con un'altro prossimo all'acquisto, si può sostituire il veicolo assicurato in polizza con quello nuovo anche se intestato al coniuge? Anche in questo caso la risposta è affermativa ma, come sempre, serve consegnare il documento che attesti la comunione dei beni.

Ultima domanda che potrebbe essere rivolta: se il veicolo viene venduto da un coniuge all'altro, chi lo acquista può usufruire della classe di merito del coniuge? Anche in questo caso viene richiamata la comunione dei beni. Infatti nel caso di trasferimento tra coniugi in regime legale di comunioni dei beni di un veicolo, le Compagnie sono tenute a riconoscere la Classe Universale (CU) già maturata sul veicolo.

Speriamo di essere stati utili.

lunedì 19 settembre 2016

COME SI USUFRUISCE DELLA LEGGE "BERSANI"


Le legge 40/207 o legge "Bersani" permette di assicurare un ulteriore veicolo, nuovo o usato, partendo da una classe di merito agevolata che è praticamente la stessa di un nostro familiare convivente.
Questa opzione deve però essere espressamente richiesta al momento in cui viene richiesto un preventivo.

Ci sono però delle condizione, fondamentali, per poter usufruire dell'agevolazione della legge "Bersani", eccoli:

A) la polizza del mezzo da cui si deve recuperare la classe di merito deve essere attiva;

B) l'agevolazione è valida solo per i mezzi, nuovi o usati, che non sono mai stati assicurati da un componente del nucleo familiare;

C) l'assicurazione da cui si deve recuperare la classe CU deve essere intestato ad un membro dello stato di famiglia;

D) il veicolo da assicurare e quello già assicurato devono essere intestati ad una persona fisica, l'assicurazione non deve essere intestata ad una società;

E) il trasferimento  della classe CU vale solo per i mezzi dello stesso tipo: auto con auto o moto con moto. Non si può recuperare la classe CU di una moto per una macchina.

Twitter: @BorgoAssicura

martedì 5 luglio 2016

LO SAPEVATE CHE LA CARTA VERDE NON E' PIU' OBBLIGATORIA?


La CARTA VERDE è il certificato internazionale di assicurazioni. Fino a poco tempo fa era indispensabile per circolar all'estero, ma oggi non è più così.
Infatti, grazie ad accordi internazionali tra i vari Paesi, noi italiani possiamo circolare all'interno dell'Unione Europea ed anche in Svizzera, Andorra e Serbia, senza portare con se la CARTA VERDE.
La CARTA VERDE serve e deve essere mostrata alla frontiera solo se viaggiamo in uno dei paesi extra Unione Europea in cui è richiesta.

seguiteci su Twitter: @BorgoAssicura

martedì 10 maggio 2016

COME FUNZIONE LA SOSPENSIONE DELLA POLIZZA ASSICURATIVA


La sospensione temporanea dell'assicurazioni di una moto, attivabile nei periodi in cui non ci si serve del mezzo, offre la possibilità di ottimizzare il costa del premio assicurativo in un periodo di tempo più lungo.
Quindi il premio non sarà meno costoso, ma l'assicurato sarà libero di interrompere temporaneamente la copertura e di riattivarla in un secondo momento.
Chi non usa il motociclo tutto l'anno ha così la possibilità di giovare di questa opzione.
Ma esistono una serie di ma. Infatti non tutte le Compagnie prevedono la sospensione. Alcune delle polizze prevedono un costo aggiuntivo per l'attivazione della garanzia "SOSPENSIONE". C'è anche la possibilità che ci siano dei costi da sostenere per l'attivazione.
Bisogna soddisfare anche i tempi minimi ed i tempi massimi per la sospensione. I tempi minimi, in generale sono di 30 giorni, ma questo dipende dalla singole Compagnie. Se vengono superati i limiti massimi, che sono di 1 anno, le Compagnie possono risolvere il contratto.

SEGUITECI SU TWITTER: @BorgoAssicura

martedì 12 aprile 2016

R.C.O.: RESPONSABILITA' CIVILE VERSO PRESTATORI DI LAVORO


Tale garanzia è operante solo se espressamente richiamata in polizza unitamente al massimale. Con la garanzia R.C.O. (RESPONSABILITA' CIVILE VERSO PRESTATORI DI LAVORO) la società si obbliga a tenere indenne l'Assicurato, di quanto questi sia tenuto a pagare (capitale, interessi e spese) quale civilmente responsabile per le somme richieste:

a) dall'INAIL e/o dall'INPS a titolo di rivalsa, per gli infortuni sofferti dai lavoratori da lui dipendenti e parasubordinati, addetti alle attività per le quali è prestata l'assicurazione;

b) dai lavoratori infortunati, dipendenti e/o parasubordinati o dagli eventi diritto, a titolo di risarcimento dei danni non rientrati nella disciplina INAIL e conseguenti a morte o a lesioni che hanno comportato un'invalidità permanente calcolato sulla base delle tabelle INAIL in vigore alla data di accadimento del sinistro.

L'assicurazione R.C.O. è efficace alla condizione che, al momento del sinistro, l'Assicurato sia in regolare con gli obblighi di legge; non costituisce tuttavia motivo di decadenza dell'assicurazione l'eventuale inosservanza degli obblighi derivanti dalla legge in quanto ciò sia dovuto ad inesatte interpretazioni delle norme vigenti in materia e detta interpretazione non derivi da dolo o colpa grave dell'Assicurato o delle persone delle quali o con le quali deve rispondere.
Ai fini della garanzia R.C.O., limitatamente alla rivalsa INAIL, i titolari, i soci ed i loro familiari coadiuvanti sono equiparati a dipendenti.

Twitter: @BorgoAssicura

giovedì 31 marzo 2016

TARIFFE RCAUTO IN CALO NELL'ULTIMO TRIMESTRE DEL 2015


In un'indagine dell'IVASS (ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI) è stato evidenziato che nell'ultimo trimestre del 2015 c'è stato un calo delle tariffe per le polizze RCAuto.
Facendo un raffronto con il 2014 risulta che nello stesso periodo il calo è stato del 2,6% mentre, in riferimento a tutto il 2014, la flessione è stata del 7,6%.
Per quanto riguarda le province le 10 più costose sono: CROTONE, VIBO VALENTIA, REGGIO CALABRIA, TARANTO, NAPOLI, CASERTA, FIRENZE, MASSA-CARRARA, PISTOIA E PRATO. 
Le 10 province invece con i prezzi più bassi sono: AOSTA, BELLUNO, BIELLA, CUNEO, GORIZIA, PORDENONE, UDINE, VERCELLI, CAMPOBASSO E ORISTANO.

martedì 29 marzo 2016

RESPONSABILITA' CIVILE DITTA EDILE


Con la polizza di RESPONSABILITA' CIVILE DELLA DITTA EDILE la Compagnia di Assicurazioni si obbliga a tenere indenne l'Assicurato da quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, a titolo di risarcimento di danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, per lesioni personali e per danneggiamenti a cose ed animali, in conseguenza di un fatto accidentale verificatosi in relazione ai rischi per i quali è stipulata l'Assicurazione.
L'Assicurazione vale anche per la responsabilità civile che possa derivare all'Assicurato da fatto doloso di persone delle quali debba rispondere.
Nella polizza può anche essere aggiunta la garanzia R.C.O. ovvero l'ASSICURAZIONE RESPONSABILITA' CIVILE VERSO PRESTATORI DI LAVORO. Con questa garanzia la Compagnia di obbliga a tenere indenne l'Assicurato, purché in regola la momento del sinistro, di questo questi sia tenuto a pagare quale civilmente responsabile per danni subiti dai propri prestatori di lavoro.

follow us on Twitter @BorgoAssicura

lunedì 21 marzo 2016

LA CARTA VERDE

LA CARTA VERDE
La Carta Verde permette al conducente di un veicolo che si reca in un Paese estero di entrare e circolare in questo Paese avendo adempiuto agli obblighi previsti dalla legge nel Paese visitato per l'Assicurazione RCAuto.
Nei Paesi della Spazio Economico Europeo, in Svizzera, Serbia ed Andorra non è necessario avere la Carta Verde poiché già la polizza auto italiana è valida.

LA CARTINA DEI PAESI DOVE E' VALIDA LA CARTA VERDE
I Paesi in cui è richiesta la Carta Verde sono: Albania, Bosnia e Erzegovina, Bielorussia, Marocco, Moldavia, Macedonia F.Y.R.O.M., Montenegro, Russia Tunisia, Turchi, Israele, Iran e Ucrania.
Per il rilascio della Carta Verde è necessario rivolgersi al proprio assicuratore. Le Compagnie di Assicurazione hanno libera facoltà di escludere la garanzia per alcuni Paese extra Spazio Economico Europeo barrando la relativa casella sulla Carta Verde.

follow us on Twitter @BorgoAssicura

lunedì 7 marzo 2016

ASSICURAZIONE AUTO: NOVITA' IMPORTANTE SULLA CLASSE DI MERITO


Novità positive per i consumatori in merito alla classe di merito. Come molti sapranno le classi di merito vanno dalla 1 alla 18 dove la 1 è la migliore e la 18 la peggiore. Quando si raggiunge la classe 1 tutte le Compagnie applicano delle sottoclassi che poi vengono perse in casa di cambio di Compagnia.
Qualche settimana fa però la Commissione Industria del Senato ha approvato un disegno di legge sulla concorrenza che prevede di mantenere sia la macroclasse che la sottoclasse relativa in casa do cambio di Compagnia.
Questo disegno di legge mira a favorire il cambio di Compagnia da parte degli assicurati cercando in questo modo di aumentare la concorrenza.

follow us on Twitter @BorgoAssicura

giovedì 18 febbraio 2016

I 15 GIORNI DI COMPORTO CON ASSICURAZIONE AUTO SCADUTA


Il MINISTERO DELL'INTERNO, in data 14 febbraio 2013, ha pubblicato una circolare nella quale si specifica che "per un periodo limitato di quindici giorni dalla scadenza, l'assicurato, in attesa di sottoscrivere un altro contratto in tempo utile, durante tale periodo può continuare a esibire il certificato ed il contrassegno scaduti".
Questa circolare interpreta l'articolo 22 del decreto legge 179/12, che è subentrato modificando il decreto legge 209/09 del Codice delle assicurazioni private. 
In poche parole è possibile per altri 15 giorni successivi alla scadenza della polizza senza essere multati dalle autorità. contrariamente a quanto previsto prima della pubblicazione della circolare.


seguiteci su Twitter @BorgoAssicura

martedì 16 febbraio 2016

LA POLIZZA KASKO


La POLIZZA KASKO è una polizza facoltativa che risarcisce i danni subiti dalla propria autovettura. Il prezzo è molto alto ma la polizza è molto utile e serve a tutelare i propri mezzi.
La polizza RCAUTO normale copre i danni provocati a terzi mentre con la POLIZZA KASKO vengono coperti i danni propri ovvero i danni subiti dal proprio mezzo durante la circolazione.
La POLIZZA KASKO serve così a coprire tutti i danni non provocati da altri per i quali non si può chiamare in causa la polizza RCAUTO di alcuno.
La copertura della POLIZZA KASKO può essere ampliata, pagando naturalmente un sovrapremio, facendo comprendere anche i danni causati da sommosse, rivolte, cariche della polizia, eventi atmosferici ed atti vandalici in genere.

La POLIZZA KASKO può essere divisa in due tipi:

  • La POLIZZA KASKO COMPLETA: copre tutti i danni a prescindere della responsabilità dell'assicurato;
  • La POLIZZA MINI-KASKO: copre invece solo i danni che sono stati causati da incidenti dimostrabili fornendo tutti gli estremi. Un esempio potrebbe essere l'uscita di strada.

La POLIZZA KASKO può avere anche vari livelli di copertura:

  • POLIZZA KASKO A VALORE INTERO: copre qualsiasi danno derivato dalla circolazione del veicolo;
  • POLIZZA KASKO A PRIMO RISCHIO ASSOLUTO: prevede un massimale che prescinde dal valore dell'auto. Esiste anche quella a PRIMO RISCHIO RELATIVO che è simile perché prevede un massimale ma calcolato sul valore dell'auto;
  • POLIZZA KASKO A SECONDO RISCHIO: prevede un massimale calcolato in base al valore della macchina, come nel caso di quella a PRIMO RISCHIO RELATIVO, al quale viene però integrata anche una franchigia che può essere alta.

follow us on Twitter @BorgoAssicura