ORARIO UFFICIO

ORARIO UFFICIO DAL LUNEDI AL VENERDI - MATTINA: 9.00-12.30 - POMERIGGIO: 15.30-18.00 | POTETE CONTATTARCI ALLA MAIL: borgoassicurazioni@yahoo.it

mercoledì 23 dicembre 2015

ASSICURAZIONI INCENDIO E FURTO SULLA POLIZZA AUTO


Per essere coperti per i danni provocati da un furto o da un incendio per la vostra auto bisogna aggiungere la garanzia sulla vostra polizza RCAuto oppure fare una polizza extra.
La polizza tutela l'auto per tutti i danni che possono derivare non solo dal FURTO o dall'INCENDIO vero e proprio, ma anche da tutti i tentativi di furto o di scasso non riusciti.
La garanzia FURTO può coprire anche il FURTO di ogni singola parte dell'auto, tranne che la sottrazione degli oggetti che si trovano all'interno dell'autovettura. Sia il premio che l'indennizzo vanno calcolati in base al valore di mercato nel momento in cui venne assicurata la macchina. Il valore viene ricalcolato di anno in anno. Per quanto riguarda il risarcimento dell'autovettura in casa di distruzione o di FURTO, la Compagnia pagherà il valore commerciale al momento del FURTO con franchigie e massimali comprese. La polizza RCAuto al momento del FURTO non è da considerarsi più valida e verrà rimborsato il premio non goduto. 
La garanzia INCENDIO tutela il veicolo dai danni causati non solo dagli incendi ma da tutti gli eventi legati al fuoco come gli scoppi, i fulmini, corto circuiti e surriscaldamento del motore. Per il risarcimento anche qui si fa riferimento, come nel caso della garanzia FURTO, al valore commerciale del mezzo al momento dell'incendio. Non sono coperti gli INCENDI causati con dolo o con colpa dall'assicurato o dai sui congiunti. Possono essere inclusi nella garanzia INCENDIO, con una maggiorazione del premio anche ATTI VANDALICI o EVENTI ATMOSFERICI.

SEGUITECI SU TWITTER @BorgoAssicura

martedì 22 dicembre 2015

ESTENSIONE "TUTELA LEGALE" POLIZZA RCAUTO


La polizza di "TUTELA LEGALE" rappresenta un'estensione della garanzia assicurativa RCAuto che va a coprire i costi delle eventuali spese legali dovute a procedimenti giudiziari o extragiudiziari che normalmente sono a carico dell'assicurato.
Fra le spese coperte dalla polizza "TUTELA LEGALE" vi sono anche i costi di perizie e quella per le consulenze legali che possono essere richieste dall'assicurato o da un giudice.
L'assicurazione si fa carico anche del risarcimento della parte coinvolta qualora esso venga stabilito in sede giudiziaria.
Al momento della sottoscrizione del contratto di "TUTELA LEGALE" bisogna tenere conto di 3 fattori:
  • IL MASSIMALE
  • LA FRANCHIGIA
  • LE ESCLUSIONI
Ad esempio le esclusioni possono variare da un'assicurazione all'altra ma per la maggior parte riguardano la guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti o altre violazioni commesse dal conducente come guida con patente sospesa o mancata revisione dell'auto.
Va aggiunto che alcune Compagnie possono applicare la clausola "RINUNCIA ALLA RIVALSA" ovvero che la Compagnia si impegna a non chiedere il risarcimento all'assicurato a fronte del pagamento di un sovrapremio al momento della stipula del contratto.

SEGUITECI SU TWITTER @BorgoAssicura

lunedì 23 novembre 2015

REVISIONE AUTO: DAL 2016 ALCUNE NOVITA'


Ricordiamo che la revisione dell'auto va fatta dopo 4 anni dal momento dell'acquisto e poi ogni 2 anni nel periodo successivo.
Dal 2016 ci saranno due novità per la revisione. La prima riguarda la video-sorveglianza ovvero chi effettua la revisione deve avere installato un impianto di video-sorveglianza capace di registrare e dimostrare il lavoro effettuato sul mezzo.
La seconda riguarda la Motorizzazione. La Motorizzazione verrà immediatamente informata dei controlli e delle valutazioni effettuate sui mezzi.

SEGUITECI ANCHE SU TWITTER @BorgoAssicura

mercoledì 18 novembre 2015

IN AUMENTO GLI INCIDENTI STRADALI A LIVORNO


Secondo le statistiche Aci-Istat gli incidenti stradali in Italia nel 2014 sono stati 177.031. Questo numero di sinistre avrebbe portata all'esborso di circa 18 miliardi di euro.
Nello specifico nella nostra Regione gli incidenti sono stati 16.654, mentre a Livorno i sinistri sono stati 1.079, trenta in più rispetto al 2013.
A Livorno è aumentato anche il bilancio dei feriti: nel 2013 è stato 1.321, nel 2014 è di 1.416.
Livorno ha il secondo numero più alto di incidenti di tutta la Toscana seconda solo a Firenze e, addirittura, prima di Prato.
Livorno si conferma anche la capitale dei motocicli. La nostra città vede la presenza di 41mila mezzi tra scooter e moto.
Per quanto riguarda invece la situazione sinistri nella provincia si sono verificati 1.754 sinistri nel 2014, 63 in più rispetto al 2013 (1.691). Di questi 1.754 incidente, 26 sono stati mortali.

venerdì 9 ottobre 2015

DALL'11 OTTOBRE AL VIA LA CAMPAGNA DI ADDIO AL TAGLIANDO DELL'ASSICURAZIONE AUTO


Sarà in onda, nelle maggiori emittenti radiofoniche d'Italia, da domenica 11 ottobre la nuova campagna radiofonica dell'Ania, l'Associazione delle Imprese di assicurazione, per annunciare l'addio al tagliando assicurativo che scatterà dal prossimo 18 ottobre.
Dal 18 ottobre infatti non si dovrà più esporre sul parabrezza dell'auto il contrassegno assicurativo perché il controllo della copertura verrà effettuato attraverso la verifica della targa.
Le Forza dell'Ordine controlleranno se il numero di targa è presente nella banca dati dei veicoli assicurati presso la Motorizzazione Civile, direttamente nel corso di un posto di blocco e a breve anche attraverso i dispositivi elettronici di rilevazione a distanza come gli autovelox, i tutor, i telepass e le telecamere della ZTL.

martedì 22 settembre 2015

DAL 18 OTTOBRE ADDIO ALL'ESPOSIZIONE DEL TAGLIANDO ASSICURATIVO SUL PARABREZZA DELL'AUTO


Tra poco ci siamo. Dal 18 ottobre 2015 infatti sparirà l'obbligo di esposizione del tagliando dell'assicurazione RCAuto sul parabrezza.
Da questa data il controllo avverrà solamente per via telematica, attraverso il numero di targa.

mercoledì 16 settembre 2015

COSA SUCCEDE QUANDO SCADE UNA POLIZZA RCAUTO OFFERTA DA UNA CASA AUTOMOBILISTICA?


Ultimamente alcune imprese di assicurazione hanno offerto o stanno offrendo una polizza gratis a chi acquista una automobile nuova.
L'IVASS (l'Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni) interviene in merito mettendo nero su bianco alcuni punti:

PUNTO 1 - SE SI POSSIEDE UNA POLIZZA GRATIS ANCORA IN CORSO

1.1) Verifica se la polizza gratis che è stata offerta con l'acquisto della macchina è con formula "A FRANCHIGIA". Se non è chiaro, chiedere conferma al concessionario o all'impresa di assicurazione;
1.2) Se la polizza è con la formula "A FRANCHIGIA", alla scadenza della polizza gratuita avete diritto di avere, dall'impresa che ti ha offerto la polizza, un attestato di rischio intestato a vostro nome. Questo attestato riporterà la classe di merito universale (CU) che avevate prima di accettare l'offerta e la storia dei sinistri che avete eventualmente provocato negli ultimi cinque anni, incluso l'anno di polizza gratis;
1.3) Se la polizza gratis è di durata inferiore all'anno (ad esempio 6 mesi) al posto dell'attestato l'impresa vi rilascerà una dichiarazione sostitutiva equivalente;
1.4) Se decidete di assicurarvi presso un'altra impresa (o anche la stessa impresa) con la formula bonus-malus, questa impresa dovrà assegnarvi la classe di merito partendo dalla classe di merito che avevate prima di accettare la polizza gratis, tenendo contro di eventuali sinistri che avete provocato durante il periodo gratuito. Ad esempio se prima di accettare l'offerta vi trovavate in classe di merito CU 3 e nel periodo di gratuità non siete stati responsabili di alcun sinistro, vi dovrà essere riconosciuta, alla scadenza della polizza gratuita, la classe di merito CU 2; se invece nel periodo di gratuità avete provocato un sinistro vi verrà applicata una penalizzazione (malus) a partire dalla classe CU 3;
1.5) Se prima di accettare la polizza gratuita non eravate mai stati assicurati ed avete le caratteristiche per usufruire del Decreto Bersani, l'impresa dovrà riconoscervi la classe di merito CU maturata su un veicolo appartenente al vostro nucleo familiare, sempre che durante il periodo di copertura gratuita la compagnia non abbiamo pagato sinistri di cui siete stati responsabili. Se la compagnia durante il periodo di copertura gratuita ha invece pagato un sinistro di cui siete stati responsabili, vi verrà applicato il "malus", ma a partite dalla classe di merito maturata su uno dei predetti veicolo. Ad esempio se prima di accettare l'offerta un vostro familiare si trovava il classe di merito CU 3 ed in base al decreto Bersani avevate diritto di ottenere la sua classe di merito, vi dovrà essere riconosciuta, alla scadenza della polizza gratuita, la classe di merito CU 2, se nel periodo di gratuità avete provocato un sinistro vi verrà applicata una penalizzazione (malus) a partire dalla classe CU 3 del vostro familiare;
1.6) Se non avevate le caratteristiche per usufruire delle agevolazioni del decreto Bersani, sarete assegnati alla classe di merito CU 13, anziché alla classe di ingresso 14, se la compagnia durante il periodo di copertura gratuita non ha pagato alcun sinistro di cui siete stati responsabili. Viceversa, se siete stati responsabili di un sinistro nel periodo promozionale, l'impresa applicherà il "malus", a partite dalla classe di ingresso CU 14.

PUNTO 2 - SE SI POSSIEDE UNA POLIZZA GRATIS GIA' SCADUTA

2.1) Verificate se la polizza gratis che vi è stata offerta con l'acquisto della macchina era con la formula "A FRANCHIGIA". Se non è chiaro, chiedere conferma al concessionario o all'impresa di assicurazione;
2.2) Se la polizza era con formula "A FRANCHIGIA", verrete contattati, per iscritto, dall'impresa che vi ha offerto la polizza e avrete diritto a ricevere un attestato di rischio "ad hoc", intestato a vostro nome. Questo attestato riporterà la classe di merito che avevate prima di accettare l'offerta e la storia dei sinistri che avete eventualmente provocato negli ultimi 5 anni, incluso l'anno di polizza gratis. Se eravate assicurati per la prima volta l'attestato riporterà la vostra sinistralità nell'ultimo anno e l'eventuale classe di merito di un vostro familiare alla quale avreste avuto diritto in base al decreto Bersani;
2.3) Se la polizza gratis è di durata inferiore all'anno (ad esempio 6 mesi) al posto dell'attestato l'impresa vi rilascerà una dichiarazione sostitutiva equivalente;
2.4) Con l'attestato di rischio o con la dichiarazione sostitutiva vi potrete recare dall'assicuratore al quale vi siete rivolti dopo il periodo di assicurazione gratuita ed avrete diritto di richiedere la correzione della classe CU di merito ed il rimborso dei maggiori premi eventualmente pagati.

lunedì 24 agosto 2015

LE NOVITA' AUTUNNALI SULLE ASSICURAZIONI AUTO


Tra non molto partiranno alcune novità sulle assicurazioni, in particolari due, eccole:
  • CONTRASSEGNO: il 18 ottobre 2015 sarà la data in cui scomparirà il tagliando assicurativo da esporre sul parabrezza. Gli automobilisti potranno controllare in tempo reale lo stato di attivazione della propria RCAuto andando sul portale dell'automobilista del Ministero dei Trasporti inserendo la targa della propria autovettura (CLICCATE QUI);
  • CID VIA SMARTPHONE: l'Euresa, l'associazione delle imprese europee di mutua assicurazione e corporative, ha recentemente deciso di rilasciare un'applicazione per smartphone che promette di snellire tutto il processo di compilazione dei dati e dovrebbe arrivare nei prossimi mesi anche in Italia.

martedì 18 agosto 2015

RIAPERTURA UFFICIO

Dopo la chiusura per ferie per 4 giorni, siamo tornati e per tutto il mese di agosto il nostro ufficio farà il seguente orario:

MATTINA: 9.00 - 13.00

POMERIGGIO: CHIUSO

mercoledì 1 luglio 2015

I DATI SUI SINISTRI IN CITTA'

La Polizia Municipale di Livorno ha reso noto il numero di sinistri che sono avvenuti in città facendo anche una lista delle strade più pericolose.
Il totale degli incidenti è stato di 1953. Un dato molto elevato se viene considerato il numero di abitanti di Livorno.
Le strade più pericolose sono il viale Italia ed il viale Carducci, come si vede anche dal seguente grafico:
IL GRAFICO DELLE VIE PIU' PERICOLOSE DI LIVORNO

mercoledì 24 giugno 2015

COME FUNZIONA LA POLIZZA DELLA TARGA PROVA?

Iniziamo con il dire cos'è una targa prova. La TARGA PROVA è una targa utilizzabile per i veicoli che circolano su strada per esigenze connesse a prove tecniche, sperimentali, costruttive, per dimostrazioni, trasferimenti, oppure per motivi di vendita o di demolizioni.

L'autorizzazione per la TARGA PROVA è rilasciata a fabbriche costruttrici di veicoli, ai concessionari, ai commissionari, agli agenti di vendita, ai commercianti autorizzati, alle aziende che esercitano il trasferimento su strada di veicoli non ancora immatricolati, alle fabbriche costruttrici di carrozzerie e di pneumatici, alle fabbriche costruttrici di sistemi o dispositivi d'equipaggiamento di veicoli a motore e di rimorchi e agli esercenti di officine di autoriparazione e di trasformazione anche per proprio conto.
La TARGA PROVA può essere utilizzata per la circolazione di un solo veicolo alla volta e deve essere tenuta a bordo dello stesso. Sul veicolo deve essere presente o il titolare della TARGA PROVA oppure un suo dipendente.

La TARGA PROVA deve essere coperta da polizza di responsabilità civile verso terzi.

Sono previste delle sanzioni per un uso non corretto della TARGA PROVA. L'art. 98 del Codice della Strada prevede sanzioni da 64 a 335 euro per  veicoli in circolazione di prova adibiti ad uso diverso, veicoli in circolazione di prova sul quale non sia presente il titolare dell'autorizzazione o un suo dipendente munito di apposita targa. L'art. 100 del Codice della Strada prevede sanzioni pecunarie da 25 a 99 euro per omessa applicazioni della TARGA PROVA durante la circolazione.

lunedì 22 giugno 2015

LA SOSPENSIONE DELLA POLIZZA AUTO

La maggior parte delle Compagnie di Assicurazione danno la possibilità per l'assicurato di sospendere per un periodo di tempo la copertura assicurativa.
Le modalità di sospensione però non seguono una linea fissa ed ogni Compagnia applica regole a suo piacere.
Per sospendere la propria polizza è necessario restituire il contrassegno di assicurazione, la polizza e la carta verde per le Compagnie classiche oppure distruggere la triade (contrassegno di assicurazione, la polizza e la carta verde) per le Compagnie on-line o telefoniche.
Quando, naturalmente, si vorrà riutilizzare il veicolo si deve richiedere la riattivazione della polizza alla Compagnia.
Quando la polizza sarà attiva la scadenza sarà prorogata per il periodo pari a quello della sospensione.
La sospensione è utile per chi non fa un uso continuativo del veicolo durante l'anno, ad esempio chi possiede un ciclomotore o un motociclo e non lo usa durante il periodo invernale.
Per le modalità, i limiti ed i costi della sospensione è utile leggere attentamente le condizioni di polizza oppure rivolgersi al proprio assicuratore visto che ogni Compagnia ha le sue modalità.
C'è, ad esempio, chi richiede un pagamento per la riattivazione, chi richiede il pagamento anticipato inserendo la garanzia nella polizza al momento della sottoscrizione del contratto, chi applica sospensioni illimitate durante l'anno e chi fissa un massimo di 1 sospensione l'anno durante la durata del contratto.

martedì 16 giugno 2015

IN CASO DI SINISTRO...

In caso di incidente dovete compilare il MODULO BLU o CONSTATAZIONE AMICHEVOLE D'INCIDENTE e consegnarlo alla propria Compagnia Assicurativa entro 3 giorni.

Vanno inseriti tutti i dati più possibili ed immaginabili: DATA e LUOGO DEL SINISTRO, NOME e COGNOME DEL CONTRAENTE, DATA DI NASCITA DEL CONTRAENTE, CODICE FISCALE DEL CONTRAENTE, INDIRIZZO DEL CONTRAENTE, TELEFONO DEL CONTRAENTE, MODELLO E MARCA DEL MEZZO, TARGA DEL MEZZO, STATO DI IMMATRICOLAZIONE, NUMERO DI POLIZZA, COMPAGNIA, SCADENZA DELLA POLIZZA, DATI DEL CONDUCENTE COMPRESI I DATI DELLA PATENTE, L'EVENTUALE INTERVENTO DI AUTORITA' (POLIZIA, VIGILI URBANI O CARABINIERI), GLI EVENTUALI TESTIMONI E GLI EVENTUALI FERITI.

Se il MODULO BLU viene firmato da entrambe le parti la liquidazione del danno è più rapida.

venerdì 12 giugno 2015

COS'E' LA CLASSE DI MERITO

Sembra una domanda banale ma molte persone non hanno neanche l'idea di come funziona la CLASSE DI MERITO nelle polizze RCAUTO.

Partiamo dalla definizione: "Categoria alla quale il contratto è assegnato, sulla base di una scala di valutazione dall'impresa e correlata alla sinistrosità progressa, per individuare il presumibile livornese di rischiosità della garanzia prestata".

In altre parole la classe di merito non è altro che un punteggio compreso tra 1 e 18 dove 1 è il miglior risultato mentre 18 è quello peggiore.

Qual'è la classe di merito d'ingresso? Per i nuovi assicurati la Classe Universale (CU) di partenza è la 14.

Come funziona il bonus/malus? E' un sistema tramite il quale le Compagnie premiano o penalizzano il cliente.

Come funziona la classe di merito in casa di incidente con torto? In caso di sinistro con responsabilità superiore al 50% la classe di merito aumenta di 2 posizioni in peggio (esempio dalla classe 1 alla classe 3). In caso di due sinistri con responsabilità superiore al 50% durante l'anno assicurativo la classe di merito aumenta, in peggio, di 5 posizioni (esempio dalla classe 1 alla classe 6).

Come posso recuperare la classe di merito con la "Legge Bersani"? Per sapere come POTETE CLICCARE QUI

Posso non incorrere nel malus? Si certamente e ci sono anche due metodi per recuperare la classe di merito in caso di sinistro. Il primo è rimborsare alla Compagnia la somma liquidata al danneggiato (conveniente in caso di somme di risarcimento modeste). Il secondo è inserire in polizza la garanzia del "BONUS/MALUS PROTETTO", ovvero la Compagnia abbona un sinistro durante l0anno assicurativo.

Quanto dura un attestato di rischio? L'attestato di rischio dura 5 anni.

mercoledì 10 giugno 2015

LIVORNO SI CONFERMA UNA DELLE CAPITALI DEI MOTOCICLI

Come si voleva dimostrare: Livorno si conferma la capitale dei motocicli e dei mezzi a due ruote (ciclomotori o moto) in generale.
Il dato viene fuori da una ricerca effettuata dalla Compagnia online Quixa (del gruppo Axa).
Secondo la statistica in città e nell'intera provincia livornese la presenza dei mezzi a due ruote è apri al 25% contro una media nazionale del 13%.
Livorno si piazza al quarto posto nella classifica nazionale dietro a Genova, Imperia e Savona ma davanti a città come Roma, Milano e Napoli.
In Toscana Livorno è la numero 1 davanti addirittura a Firenze.

lunedì 25 maggio 2015

APPLICAZIONE "I-PATENTE"

Oggi vi parliamo di un'applicazione molto interessante che riguarda la nostra patente.

Un'applicazione sviluppata dal Dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e disponibile sia per i dispositivi IOS che per i dispositivi ANDROID.

Con "i-Patente" è possibile verificare il saldo punti della propria patente di guida, se un veicolo è assicurato o meno inserendo la targa, trovare l'ufficio della Motorizzazione Civile più vicino, vedere la classificazione energetica del motore del proprio veicolo, vedere le officine autorizzate più vicine al proprio Comune, scoprire le tariffe per il rinnovo della patente e per le altre partite inerenti i veicoli e verificare quali veicolo possono guidare i neo-patentati.

Potete scaricare "i-Patente" sull'APPLESTORE e su GOOGLE PLAY.

giovedì 21 maggio 2015

CHE COSA INFLUISCE NEL CALCOLO DEL PREMIO DELLA POLIZZA RCAUTO?


Come viene calcolato il premio che si paga quando andiamo alla nostra assicurazione? Cerchiamo di spiegarlo in breve.
Sul premio della polizza RCAUTO influiscono molte variabili: LA PROVINCIA DI RESIDENZA, L'ALIMENTAZIONE DEL VEICOLO (BENZIANA, DIESEL, GPL/METANO), LA CILINDRATA, I KW, L'ETA DEL VEICOLO, LA CLASSE DI MERITO, LA MARCA DELL'AUTOVETTURA (questo soprattutto per quanto riguarda l'Incendio e Furto) e L'ETA' DELL'ASSICURATO.

mercoledì 20 maggio 2015

LA CLAUSOLA DELLE RINUNCIA ALLA RIVALSA

Guardiamo prima la definizione di RINUNCIA ALLA RIVALSA:

La rivalsa è un diritto delle Compagnie Assicurative di richiedere, dopo aver pagato un risarcimento in caso di sinistro, un rimborso all'assicurato delle spese sostenute qualora sussistono gravi violazioni del Codice della Strada come la guida in stato di ebrezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

Alcune Compagnie applicano la rivalsa anche in caso di violazioni di una clausola del contratto come la guida esperta.
Si può comunque inserire nelle polizze la clausola della rinuncia alla rivalsa che comporta un aumento del premio ridotto ed in alcune Compagnie è anche gratuito.

martedì 19 maggio 2015

L'ASSICURAZIONE PER I VEICOLI STORICI


Prima di tutto precisiamo alcune cose:
  • un veicolo diventa d'epoca quando sono passati 30 anni dalla sua costruzione;
  • sono iscrivibili in uno dei registri storici i veicoli a motore che abbiano compiuto 20 anni dalla data di costruzione;
  • sono esenti dal bollo tutti i veicoli costruiti da almeno 30 anni che abbiano compiuto almeno 20 anni ed iscritti in uno dei registri storici automobilistici italiani;
  • la revisione deve essere fatta ogni 2 anni

Per quanto riguarda l'assicurazione molte Compagnie offrono diverse agevolazioni sulle tariffe. Nella maggior parte dei casi il mezzo viene inserito in una classe di merito fissa e quindi non rientra nel sistema bonus-malus.

lunedì 18 maggio 2015

SINISTRI: L'INDENNIZZO DIRETTO

L'INDENNIZZO DIRETTO è stato introdotto l'1 febbraio del 2007 e stabilisce che chi subisce un incidente può rivolgersi al proprio assicuratore per ottenere il risarcimento e non alla Compagnia della controparte.
Per rendere valido l'indennizzo diretto bisogna che:

  • l'incidente sia accaduto tra due veicoli assicurati ed immatricolati in Italia;
  • il conducente non aver riportato una invalidità permanente superiore al 9%;
  • in caso di sinistro con ciclomotore, il cinquantino deve essere targato con una targa superiore al 2006 e non più con il classico e vecchio targhino.
Per quanto riguarda i tempi la Compagnia è obbligata ad offrire un risarcimento non oltre 60 giorni dalla richiesta per quanto riguarda il veicolo o le cose e non oltre 90 giorni per quanto riguarda i danni alla persona.
La constatazione amichevole, o modulo blu, o CID, deve essere firmato da entrambi le parti.
Per quanto riguarda il passeggero o il terzo trasportato bisogna che lo stesso passeggero faccia una richiesta di risarcimento alla Compagnia del veicolo sul quale viaggiava che risarcirà fino ad un importo pari al massimale minimo di legge.

sabato 16 maggio 2015

IL RIMBORSO DELL'ASSICURAZIONIE RCAUTO IN CASO DI VENDITA O DEMOLIZIONE DELL'AUTO

Il rimborso dell'assicurazione RCAUTO è disciplinata dall'art. 189 del Codice Civile che dice:

IL CONTRATTO ASSICURATIVO SI SCIOLGIE SE IL RISCHIO CESSA DI ESISTERE DOPO LA CONCLUSIONE DEL CONTRATTO STESSO, MA L'ASSICURATORE HA DIRITTO AL PAGAMENTO DEI PREMI FINCHE' LA CESSAZIONE DEL RISCHIO NON GLI SIA COMUNICATA E NON VENGA ALTRIMENTI A SUA CONOSCIENZA

Nel caso di cessazione del rischio assicurativo per demolizione, esportazione, vendita o conto vendita, a meno che il Contraente chieda di trasferire la polizza su un'altra auto, viene rimborsata la parte di premio corrisposta e non usufruita. In altre parole viene corrisposto il premio escluso le tasse ed il Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

venerdì 15 maggio 2015

COME FUNZIONA L'ASSICURAZIONE DI UN AUTO COINTESTATA


Le Compagnie di Assicurazione hanno cambiato con il tempo il modo di approcciarsi alle auto (o anche motocicli o ciclomotori) cointestate.
Qualche anno fa era possibile intestare l'assicurazione dell'auto ad uno dei due cointestatori, oggi invece viene considerato l'aspetto più negativo per il preventivo.
La Compagnia di Assicurazione calcolerà il premio sulla base dei dati del proprietario con le caratteristiche più penalizzanti dal punto di vista assicurativo ovvero l'età e la classe di merito.
In questo modo la cointestazione, che potrebbe essere considerata vantaggiosa sotto alcuni aspetti, dal punto di vista assicurativo è economicamente poco vantaggiosa.

giovedì 14 maggio 2015

LEGGE N.40/2007 O "DECRETO BERSANI"

Il decreto legge n. 7 del 31 gennaio 2007, convertito in legge n. 40 del 2 aprile 2007 ed in particolare l'articolo 4 bis permetto di ereditare la classe di merito di un familiare o propria, in caso di acquisto di un ulteriore veicolo che sia nuovo o usato.

Ma come funziona nella specifico? Andiamo a vedere punto per punto:

  • è possibile utilizzare la "LEGGE BERSANI" solo tra stessi di mezzi. Ad esempio autovettura con autovettura, ciclomotore con ciclomotore o motociclo con motociclo;
  • solo le persone fisiche possono utilizzare l'avegolazione per la classe di merito e non le persone giuridiche (le aziende in poche parole);
  • si può usufruire della "LEGGE BERSANI" anche se non si è parenti, l'importante è essere nello stesso nucleo familiare;
  • per ereditare la classe di merito bisogna che la polizza si ancora in corso di validità;
  • il mezzo, per poter usufruire dell'agevolazione della classe di merito, deve essere nuovo o usato purché sia stato appena acquistato o non sia mai stato assicurato e non abbia mai circolato con il nuovo passaggio di proprietà

IL TESTO DELL'ART. 4 BIS:


L'impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto, relativo ad un ulteriore veicolo della medesima tipologia, acquistato dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, non può assegnare al contratto una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall'ultimo attestato di rischio consegnato sul veicolo già assicurato.

mercoledì 13 maggio 2015

I 15 GIORNI DI PROROGA DELLA POLIZZA AUTO


Mettiamo le cose in chiaro una volta per tutte. Il 14 febbraio del 2013 il Ministero dell'Interno ha sciolto i dubbi riguardo i 15 giorni di tolleranza dell'assicurazione auto dopo l'abolizione del tacito rinnovo.
Con la circolare n. 300/A/1319/13/101/20/21/7 il Ministero ha chiarito che le Compagnie di Assicurazione devono mantenere attiva ed operante la copertura rcauto per ulteriori 15 giorni dopo la scadenza della polizza.
La stessa circolare afferma che: "...si ritiene non più sanzionabile ai sensi degli articoli 180 e 181 del Codice della Strada la circolazione del veicolo con il certificato ed il contrassegno assicurativo scaduti, atteso che, la garanzia assicurativa prestata con il precedente contratto è estesa in ogni caso, non oltre il quindicesimo giorno dalla data di scadenza dello stesso".
Gli ulteriori 15 giorni di assicurazione sono operanti ed attiva anche in casa di successiva sottoscrizione di una nuova polizza con una diversa Compagnia di Assicurazione.

martedì 12 maggio 2015

COSA SUCCEDE SE NON PAGO LA SEMESTRALITA' DI UNA POLIZZA AUTO?

Il pagamento della seconda semestralità di un'assicurazione auto è obbligatorio tranne in casa di cessione, demolizione o furto del veicolo.
Se non viene pagata la seconda semestralità di una polizza auto, a fine contratto, non viene rilasciato l'attestato di rischio.
Per cui qualsiasi classi di merito sia stata raggiunta viene persa e dall'anno successivo la classe di merito sarà la peggio, la classe 18.
La copertura assicurativa decade dal 15° giorno successivo alla data di scadenza della prima semestralità presente nel contrassegno.
Il mezzo, al termine del periodo di 15 giorni, non è coperto e se non viene custodito in un luogo privato il proprietario va incontro alle sanzioni previste dalla legge.

lunedì 27 aprile 2015

L'ATTESTATO DI RISCHIO DA GIUGNO DIVENTA "SOCIAL"


Da giugno l'attestato di rischio diventerà social, ovvero il cliente potrebbe decidere di avere l'attestato inviato tramite Twitter, Facebook o Whatsapp. A dichiararlo è il capo servizio studi dell'Ivass (l'agenzia e che sorveglia le imprese assicurative) Antonio De Pascalis.
Dario Focarelli, direttore generale dell'Ania, afferma sulle pagine de "Il Giornale": "...Quella dei social network è una modalità già utilizzata per altri fini da alcune assicurazioni e non escludo che potranno essere usati anche per l'invio degli attestati di rischio".
Una vera novità tecnologica.

SEGUITECI SU: FACEBOOK, TWITTER E GOOGLE+

giovedì 9 aprile 2015

POLIZZA RCAUTO: DAL 18 OTTOBRE VIA L'ESPOSIZIONE DEL TAGLIANDO CARTACEO

Il tagliando dell'assicurazione dell'auto sparirà dai parabrezza dei nostri mezzi.
Il controllo del pagamento avverrà attraverso il riscontro di targa dei veicoli.
L'obiettivo è quello di contrastare la contraffazione dei contrassegni di assicurazione che, secondo l'Ania, conta oltre 3 milioni di veicoli.
La Compagnia Assicurativa avranno tempo fino al 18 aprile per intervenire sul loro database affinché l'aggiornamento delle informazioni avvenga in tempo reale. In altre parole al momento in cui un cliente firma e paga dovrà essere subito visualizzata sui terminali.
Il mancato pagamento del premio assicurativo prevede multe che vanno da 841 euro fino a 3.366 oltre al sequestro del mezzo.
Il percorso è stato molto lungo e ha preso il via con una norma contenuta nel decreto "Liberalizzazioni" del 2012. In particolare l'articolo 31 che prevede la progressiva dematerializzazione dei documenti amministrativi tra i quali, naturalmente, il tagliando RCAuto.

POTETE CLICCARE QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO DE "LA STAMPA"

lunedì 30 marzo 2015

POLIZZA INFORTUNI DEL CONDUCENTE


Non tutti lo sanno ma in Italia la normale polizza RCAuto non tutela l'assicurato che in caso di sinistro che ha provocato riporti un infortunio e debba sostenere delle spese, ma si limita alla copertura dei danni ad altre persone ed altri veicoli.
Per questo motivo quando si subisce un danno in un incidente dove abbiamo torto bisogna stipulare una polizza infortuni del conducente per avere una copertura.
Le Compagnie garantiscono con questo tipo di polizza normalmente la MORTE DEL CONDUCENTE, l'INVALIDITA' PERMANENTE ed il RIMBORSO DELLE SPESE SANITARIE collegate al danno subito.
La polizza include un massimale, ovvero una soglia massima di rimborso oltre la quale la Compagnia non è tenuta a risarcire il danno.
Il premio (il prezzo) da pagare è minimo ma può variare a seconda del massimale che si vuole inserire per le garanzie. Ad esempio un pacchetto che comprende 50.000,00 euro di massimale per la morte, 50.000,00 euro per l'invalidità permanete e 5.000,00 per il rimborso spese mediche può costare 50 euro per tutto l'anno.
La franchigia naturalmente è sempre presente e può variare da un 3% ad un 5%. La copertura può essere sia sulla singola persona che guida la macchina e può essere allargato a tutti coloro che guidano l'autovettura.

venerdì 20 marzo 2015

LA PROROGA DEI 15 GIORNI SULLA POLIZZA AUTO

Continua la domanda dei clienti se sono validi oppure no i 15 giorni di copertura assicurativa sulla polizza auto e se le Forze dell'Ordine possono fare o meno la multa per mancata esposizione.

Non tutti sanno che con una circolare diffusa il 14 febbraio 2013, il Ministero dell'Interno ha definitivamente chiarito che la copertura per l'assicurazione Rc auto dopo l'abolizione del tacito rinnovo resta operativa per 15 giorni dopo la scadenza.

Gli automobilisti che vengono trovati con tagliando scaduto entro il quindicesimo giorni non saranno multati.

Durante questo periodo i clienti restano liberi di circolare con il proprio veicolo e decidere nel frattempo se rinnovare la polizza con la Compagni o cercarla una migliore.

giovedì 19 marzo 2015

LA LEGGE 221/2012 E L'ABROGAZIONE DEL TACITO RINNOVO

Con la legge 221/2012 si è sancita l'abrogazione del TACITO RINNOVO per le polizze auto.
Il contratto assicurativo si estingue automaticamente al momento della sua scadenza naturale.
Decade così la regola del "silenzio-assenso" ed il contratto non potrà avere una durata maggiore di 12 mesi e non potrà essere rinnovato alla scadenza senza la volontà del cliente.
La normativa ha anche stabilito l'obbligo per le Compagnie di comunicare con un preavviso minimo di 30 giorni al cliente la scadenza della garanzia.

giovedì 12 marzo 2015

ASSICURAZIONI AUTO: BYE BYE TAGLIANDO

Si chiamerà "TARGA SYSTEM" il nuovo sistema che permetterà di incrociare i dati tra la banca dati delle forze dell'ordine e quella dell'Agenzia delle entrate.
Il decreto del governo che entrerà in vigore nel mese di aprile farà sparire il tagliando cartaceo che tutti noi siamo abituati ad esporre sui parabrezza delle nostre macchine.
La targa diventerà così una sorta di Carta d'Identità per tutti i mezzi e tutti i dati potranno essere incrociati.
Le sanzioni per la polizza scaduta saranno inasprite.: 841 euro di multa e sequestro del mezzo.
Nel caso in cui la polizza sia falsa o contraffatta ci sarà la sospensione della patente e la confisca del mezzo.
In casa di mancata revisione la multa sarà di 168 euro.

giovedì 26 febbraio 2015

TAGLIATI GLI INDENNIZZI PER GLI INCIDENTI STRADALI

Il recente disegno di legge sulla "Concorrenza" ha ritoccato al ribasso le basi di calcolo degli indennizzi.
Ogni punto di invalidità varrà un pò meno con un calo del 15% del valore.
Una diminuzione non di poco conto. Il provvedimento andrà ad abbattere la misura dei risarcimenti per le vittime di incidenti stradali perché è andato a riformulare la denominazione degli articoli 138 e 139 del "Codice della Assicurazioni" cambiando la dicitura da "danno biologico" a "danno non patrimoniale".
Un cambio che potrebbe vedere ricompreso, nelle tabelle nazionali di valutazione dei sinistri, il "danno morale" che fino ad oggi veniva liquidato in maniera autonoma rispetto al "danno biologico".

martedì 24 febbraio 2015

SCATOLA NERA SULLE AUTO: CI SONO ANCHE DEI CONTRO

Tutti in questi giorni, radio e tv, stanno parlando dell'installazione delle scatole nere sulle autovetture.
Spesso vengono discussi i "pro" come, ad esempio, lo sconto sulla tariffa della polizza RCauto ma mai vengono esposti i "contro".
Di rovesci della medaglia ce ne sono. Ad esempio, in caso di incidente con una responsabilità non ben definita, può essere la scatola nera a definire in modo preciso come sono andate le cose.
E se la registrazione fosse non corretta? Ovvero nel caso in cui la scatola nera attribuisca una colpa sbagliata?
Se andiamo ancora di più nello specifico. Se il nostro comportamento non è stato impeccabile ed abbiamo commesso un piccolo eccesso di velocità la Compagnia potrebbe attribuire anche un concorso di colpa e sarebbe praticamente impossibile opporsi.

venerdì 13 febbraio 2015

TUTELA LEGALE PER LA CIRCOLAZIONE


Nessuno lo sa ma esiste una polizza che, con un minimo sforzo economico, potrebbe diventare utile in casa di incidente: la TUTELA LEGALE PER LA CIRCOLAZIONE.

La TUTELA LEGALE PER LA CIRCOLAZIONE rimborsa le spese relative nel caso di:

  • procedimenti penali per delitti colposi o contravvenzioni;
  • danni extracontrattuali per fatto illecito di terzi;
  • istanza per ottenere dissequestro del veicolo assicurato;
  • ricorso contro procedimenti di sospensione della patente di guida conseguenti a incidente stradale,
  • opposizione a ingiuste sanzioni amministrative nei confronti dell'Autorità competente.

Queste sono solo alcune delle garanzie che un'assicurazione di TUTELA LEGALE PER LA CIRCOLAZIONE può prestare con un minimo esborso di 50 Euro.
Se uno è interessato anche ad altri tipi di garanzie può pagare "qualcosina" in più ma non tanto. Le opzioni sono 3. La polizza completa arriva a costare 100 euro.

giovedì 29 gennaio 2015

NOVITA' NELL'RCAUTO

Il governo Renzi vuole mettere mano e riformare, nuovamente, il mercato delle polizze RCAuto.
Nelle bozze del disegno di legge sulla Concorrenza che il quotidiano Milano Finanza ha consultato esiste un intero capitolo dedicato alle assicurazioni.
Il provvedimento a quanto pare dovrebbe premiare con prezzi più bassi gli automobilisti più trasparenti.
Tra le novità contenute nel disegno di legge ci sono una serie di sconti che le Compagnie potrebbero riconoscere ai clienti come, ad esempio, nel caso in cui l'automobilista rinuncia in partenza alla cedibilità del diritto al risarcimento dei danni di eventuali sinistri subiti, senza il consenso dell'assicuratore.
Il nuovo testo dovrebbe prevedere anche che i costi di installazione delle scatole nere siano a carico del cliente e non a carico della Compagnia.
Altra novità è che lo sconto sull'Rcauto dovrà essere riconosciuto anche agli assicurati che accetteranno il risarcimento in forma specifica ovvero che vadano a riparare l'autovettura in una carrozzeria convenzionata con la Compagnia.
Il disegno di legge prevede anche la nuova tabella unica nazionale per i risarcimenti delle macrolesioni.

venerdì 23 gennaio 2015

2015: L'ANNO DELL'ADDIO AL CERTIFICATO CARTACEO DELLE POLIZZE AUTO?


Dovrebbe essere il 18 ottobre 2015 la data fatidica per dire bye bye al tagliando cartaceo da esporre sulla propria auto per attestare la regolare copertura assicurativa.
Tutto ciò è previsto dal decreto n. 27 del 24 dicembre 2012 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 232 del 3 gennaio 2013.
Dal 2015 i controlli per vedere se un'autovettura è sotto, o meno, copertura assicurativa avverranno tramite la nuova banca dati della Motorizzazione.

Siamo su Facebook: BORGO ASSICURAZIONI LIVORNO

venerdì 16 gennaio 2015

LA TOSCANA LA REGIONE CON PIU' INCIDENTI NEL CENTRO-NORD, LIVORNO UNA DELLE PEGGIORI PROVINCE

La nostra Regione è risultata quella che ha denunciato più sinistri e, nel centro-nord, risulta quella dove ci sono i premi più alti.
Nel 2015 l'aumento dei premi riguarderà circa 130.000 toscani ed in percentuale toccherà il 5,40% della popolazione che vive in Toscana.
Se andiamo a vedere i dati delle singole province possiamo notare come la nostra provincia di Livorno sia messa veramente male.
Infatti Livorno risulta la provincia più sinistrosa insieme a quella di Prato. Livorno ha il 5,89% di incidenti denunciati mentre Prato è al 6,65%.
Le migliori province sono Pistoia e Grosseto con, rispettivamente, il 4,21% ed il 4,37% di persone che si sono rivolte alla propria assicurazione per un sinistro.